La stagione ciclistica 2012 mi vedrà partecipare alla Coppa Piemonte e a qualche altra classica come la Nove Colli ma colgo l'occasione di un week end con mia moglie per pedalare sulle dolci colline liguri e partecipare alla Granfondo di Loano, alla sua seconda edizione. Partiamo sabato mattina di buon ora con in macchina due biciclette con l'intento di fare una sgambatina vicino a Sanremo. Sono le 11,30 quando, parcheggiata la macchina in cima al Poggio(l'ultima salita della famosa gara ciclistica), cominciamo a pedalare fino a raggiungere Sanremo dove imbocchiamo la panoramica pista ciclabile che ci permette di deviare dall'Aurelia, decisamente più trafficata. Percorriamo i 15 km. fino a San Lorenzo al mare, punto di partenza della Cipressa, l'altra asperità della corsa ciclistica. La salita è piuttosto dolce e la strada si snoda tra uliveti e piante di limoni. La giornata non è particolarmente soleggiata quindi anche la discesa verso Sanremo non è molto panoramica. Riprendiamo la ciclabile, ormai deserta visto che siamo all'ora di pranzo e, a velocità sostenuta raggiungiamo Arma di Taggia dove comincia la salita del Poggio. Siamo ormai a 5 km dalla meta e la stanchezza, soprattutto per Roberta comincia a farsi sentire....dopotutto abbiamo percorso circa 45 km., anche se da turisti.

Riprendiamo l'auto e ritorniamo a Loano dove abbiamo prenotato un albergo, tramite internet, per i prossimi giorni. Il pomeriggio è dedicato al ritiro del pacco gara( ricco di specialità liguri), alla messa a punto della bicicletta e allo shopping lungo i “carruggi” del centro storico. La cena, decisamente scarsa per un'atleta, ci costringe ad integrare con i baci di Loano, morbidi biscotti al cioccolato con crema al cacao....una delizia!!!! Poi tutti a dormire...domani c'è la gara!

Domenica: Il sole fa il protagonista portando le temperature a 18-20 gradi....un ottimo inizio di giornata. La partenza è alle ore 10,00 ma già un'ora prima cominciano a riempirsi le tre griglie che suddividono i partecipanti a seconda del numero di pettorale. Io, con il 316 mi posiziono a metà della seconda griglia, ripetendo a me stesso che ho deciso di partecipare come allenamento per le prossime gare che cominciano a fine marzo. Ed è proprio con questo spirito che affronto i 100 km. del percorso unico che si snoda per i primi e ultimi 10 km. sull'Aurelia (nota dolente del percorso) ma che vede i rimanenti 80 km. svilupparsi sulle colline sopra Albenga, coprendo un dislivello di tutto riguardo(mt.1500 ) e offrendo, a chi ha voluto goderselo, un bellissimo colpo d'occhio sul mare all'orizzonte. Come per ogni gara non mancano le polemiche, alcune delle quali, a mio avviso, giustificate poiché riguardavano semafori non presidiati e rotonde, in prossimità dell'arrivo, prive di segnalazioni, tanto che numerosi ciclisti hanno raggiunto lo striscione dell'arrivo da strade diverse. Concludo il mio allenamento alla posizione 381 terminando la corsa in..3 ore e 25 minuti.

Dopo una doccia ristoratrice e un'abbondate pasta party si vedono le cose decisamente con un altro spirito;per essere il secondo anno mi sento di fare i complimenti all'organizzazione per l'impegno ma con l'intento di migliorare sempre di più soprattutto lungo il percorso.

Il nostro week end termina lunedi quando, carichi di focaccia ligure e altre delizie locali, andiamo a prendere la nostra Martina che è rimasta a casa......la tratteneva un'importante festa di carnevale alla quale non poteva mancare......ma per la prossima gara i miei tifosi, al completo, si stanno già organizzando.